Prova su Strada

Toyota Auris

Due allestimenti, 3 e 5 porte, una linea accattivante che ricorda la sorellina Yaris e un abitacolo di grande qualità. Ma attenzione: non chiamatela Corolla...

@

Toyota Auris

[20 foto]
Toyota Auris
Toyota Auris
Toyota Auris
Toyota Auris
Toyota Auris
Toyota Auris
Toyota Auris

Non chiamatela l’erede della Corolla, ma la nuova Toyota. Auris deve diventare uno dei pilastri della gamma, rappresentare al meglio la filosofia dei nuovi modelli (compatti fuori, spaziosi dentro) ed aprire la strada ad una nuova tipologia di auto del segmento C, a metà strada tra monovolume e berlina. Così esordisce Massimo Nordio, amministratore delegato Toyota Motor Italia. Per noi, è semplicemente difficile rimanere indifferenti di fronte ad uno sguardo così suadente... Se poi sotto un "vestito" elegante pulsano dei "cuori" potenti e parchi nei consumi, il gioco è fatto, è amore a prima vista...

Linea accattivante. La Toyota Auris ha una linea accattivante, un nome prezioso ed un prezzo invitante. Punta molto su design, modularità e qualità, lo studio stilistico è indirizzato a dare un’immagine solida e robusta, in particolar modo nella zona anteriore, dove calandra, scudo e fari, riassumono il tipico DNA dei nuovi modelli Toyota. Senza dimenticare quel “pizzico” di dinamicità, che si esprime nella tipica forma del posteriore a sbalzo, e la caratteristica fondamentale di tutti i nuovi modelli, grande spazio interno e dimensioni compatte fuori.

Interni curati e di grande qualità. Molta cura è stata posta anche per gli interni, la plancia è molto curata e piacevole al tatto. La posizione di guida è alta, quasi da monovolume che da berlina, comunque molto comoda, con il cambio e la pedaliera ben posizionati. L’assemblaggio, la finitura e la qualità dei materiali utilizzati sono di gran pregio. Il cruscotto è ben leggibile, basta un colpo d’occhio per consultare la strumentazione ed il pannello di controllo al centro della plancia si raggiunge con facilità. Il climatizzatore si regola con un comando al centro della plancia, comodo da utilizzare ed a portata di mano.

3 e 5 porte e due allestimenti. Tra le dotazioni a richiesta ricordiamo il navigatore satellitare Full Map con Cruise Control di nuova generazione e gli interni in pelle. Ci sono due allestimenti previsti, che prevedono vari pacchetti di equipaggiamento, e due tipi di carrozzeria (3 e 5 porte). Il nuovo motore 2.0 D-4D da 126 CV, dispone di una coppia massima di 300 Nm a 2.000 giri/min, consente alla nuova Auris di accelerare da 0 a 100 km/h in 10,3 secondi e di raggiungere la velocità massima di 195 km/h. Il tutto con un consumo medio dichiarato di 5,7 litri/100 km.

Al volante delle versioni diesel. Su strada stupisce per silenziosità e linearità di erogazione, si viaggia in estremo comfort, coadiuvati dalla proverbiale tenuta di strada e piacere di guida dei modelli Toyota. A questo si affiancano il top di gamma diesel 2.2 litri da 177 cv (già utilizzato su altri modelli) ed il piccolo 1.4 litri da 90 cavalli. Novità anche sul fronte benzina, con il motore 1.6 litri dual VVT-i da 124 cv, che utilizza un sistema di variazione elettro-idraulico per ciascuno dei due alberi a camme, e la motorizzazione entry level di 1.4 litri da 97 cv. Per tutti è disponibile il cambio manuale a 5 o 6 marce (solo per le versioni 1.4 diesel e 1.6 benzina, è possibile avere in alternativa il cambio robotizzato M-MT).
La versione 2.0 diesel, ha un motore potente ed elastico, affiancato da un ottimo cambio dalla rapportatura ben dimensionata e da una frizione morbida e mai brusca. Molto preciso lo sterzo, leggero in manovra e giustamente duro in velocità. I freni impressionano per potenza, modulabilità e tenuta allo sforzo, gli spazi d’arresto sono ridotti e il controllo è perfetto. Entra ed esce dalle curve con sicurezza e si mantiene sempre composta anche se esageriamo nella guida. La stabilità è eccellente, la taratura delle sospensioni è sufficientemente rigida e l’auto si corica poco in curva.

Ottima dotazione di serie, in vendita da fine marzo. Eccellente poi, la dotazione di serie per quanto concerne la sicurezza attiva e passiva (non per niente questo modello detiene le 5 stelle Euro NCAP). Il lancio è previsto per il week end del 31 marzo/1 aprile, con prezzi a partire dai 14.500 euro fino ad un massimo di 23.000. l’obiettivo per l’Italia, è di venderne 13.000 unità nel 2007 e 15.000 nel 2008, divenendo così un reale elmento di disturbo nel segmento C, dominato sempre dai soliti noti, Volkswagen Golf in testa. Su strada la nuova Auris mostra un’insonorizzazione interna ottima, non si avverte mai un’eccessiva rumorosità e si viaggia nel massimo comfort.

MARCA: Toyota

TAG: Toyota Toyota Auris

| Altri
Like us on Facebook