FIA WTCC Round 1 Curitiba

Il primo appuntamento della stagione 2007 del FIA WTCC, il mondiale riservato alle vetture turismo, ha visto il dominio della BMW con la vittoria di Jorg Muller in gara 1 e di Farfus in gara 2. Tre piloti BMW in testa a pari punti!

@

FIA WTCC Round 1 Curitiba

[23 foto]
FIA WTCC Round 1 Curitiba
FIA WTCC Round 1 Curitiba
FIA WTCC Round 1 Curitiba
FIA WTCC Round 1 Curitiba
FIA WTCC Round 1 Curitiba
FIA WTCC Round 1 Curitiba
FIA WTCC Round 1 Curitiba

Ottimo inizio di stagione nel Mondiale WTCC per la BMW. Il campionato che ha preso il via domenica scorsa a Curitiba in Brasile ha visto il successo della BMW nelle due manche di apertura, creando subito un importante distacco fra se e gli avversari. Due podi su due e con gli stessi tre piloti, un risultato accaduto solo altre due volte nelle precedenti stagioni: a Oschersleben nel 2005 e a Valencia nel 2006.

Tre a parimerito In testa alla classifica. Jorg Muller e Augusto Farfus conquistano una vittoria e un terzo posto a testa, Andy Priaulx finisce invece due volte secondo, per una classifica che vede tutti e tre i piloti in testa al Mondiale con 16 punti ciascuno. Le Seat di Gabriele Tarquini e Yvan Muller sono andati a punti in entrambe le gare posizionandosi immediatamente dopo il trio BMW.

Dietro Seat, Chevrolet e Alfa Romeo La Chevrolet ha visto le macchine di Nicola Larini e Alain Menu fuori dalle posizioni che contano nonostante fossero ben posizionati in gara2. Robert Huff, quinto in gara 1, è uscito di scena praticamente subito in gara 2 dopo la collisione con Alessandro Zanardi. L'Alfa Romeo ha avuto poca fortuna con entrambi i suoi piloti, James Thompson e Olivier Tielemans, fuori per incidente in gara 1. Il Trofeo degli Indipendenti è guidato da Pierre-Yves Corthals su Exagon Racing, che ha vinto la prima corsa e ha finito subito dietro Luca Rangoni nella seconda. Il FIA WTCC riprenderà il 5 e il 6 maggio a Zandvoort, in Olanda.

Gara 1 Dopo la rolling start Priaulx è davanti a Farus ed è così che si ritroveranno i due a fine corsa. La prima curva provoca un terribile incidente fra i due piloti dell'Alfa Romeo, Thomson e Tielemans, che entrano in collisione e non riescono ad evitare l"urto anche con Larini, Menu e Rangoni. L'unica macchina coinvolta che ha continuato è stata quella di Corthals che si ritrova anche vincitore fra gli indipendenti. A causa dell'incidente entra in scena la safety car che compie tre giri con gli Stewards che alla fine hanno interrogato Larini e Yvan Muller sull"accaduto. Il seguito della corsa vede Muller fare il vuoto. Farfus si fa vedere dietro a Priaulx ma non riesce a passarlo. Dietro invece Larini riesce ad inserirsi in quarta posizione con la sua Seat seguito da Huff con l'unica Chevrolet rimasta in gara. Coronel era in coda a Briton ma eventualmente ha passato la linea del traguardo in settima posizione. La prima fila di Gara 2 sarà completata da Yvan Muller in pole e Zanardi appena dietro di lui alla sua destra. Porteiro è rimasto per buona parte a ridosso dei primi. Tuttavia un errore alla Curva della Vittoria al 12° giro lo ha fatto ritrovare nella ghiaia. Un simile incidente è occorso a O'Brien, alla fine 13°, che ha praticamente così consegnato la vittoria negli indipendenti a Corthals che ha chiuso davanti a D'Aste.

Gara 2 Priaulx e Jorg Muller sono subito dietro dopo essere partiti rispettivamente dalla settima e ottava posizione in griglia e completano così il secondo podio BMW del giorno. Ora tutti e tre i piloti guidano la classifica mondiale con 16 punti a testa. Nicola Larini, Luca Rangoni, Alain Menu, James Thompson e Olivier Tielemans partono dal fondo della griglia. Le loro macchine subiscono infatti la penalizzazione per essere state riparate in seguito all'incidente che le ha viste coinvolte nella prima gara. Grazie ad una fantastica partenza, Yvan Muller sfrutta la pole e mantiene la testa della corsa alla prima curva. Poco dopo Robert Huff prova a passare Zanardi ma non c'è spazio e la sua Chevrolet esce di pista evitando di pochissimo il coinvolgimento di altre macchine. Zanardi scivola così dalla seconda alla quinta posizione. Chiuderà poi al sesto posto. Ma è la gara di Farfus che, partito sesto, con una partenza lampo è secondo già dopo poche curve. Al terzo giro l'attacco decisivo a Yan Muller e, una volta guadagnata la leadership, Farfus non la lascia più. Nello stesso momento, Priaulx e Muller erano rispettivamente quinto e sesto ma, all'undicesimo giro, entrano in zona podio passando nell'ordine le Seat di Muller, Tarquini e Coronel. L'ultima curva è il posto del tracciato più indicato per il sorpasso. I tre piloti Seat hanno comunque finito nei primi dieci. Muller è quarto davanti a Tarquini con Coronel che chiude ottavo. Luca Rangoni del Proteam Motorsport, settimo al termine, è primo tra gli indipendenti e conquista anche due punti per la classifica generale.

TAG:

| Altri
Like us on Facebook