Piaggio X10 / PROVA

Sulle strade parigine provato il nuovo scooter GT di Piaggio, l'ammiraglia lussuosa a 2 ruote che consente di spostarci rapidamente con eleganza e comfort. Tre motori, 2 allestimenti, prezzi da 4.570 a 7.700 euro.

@

Piaggio X10

[59 foto]
Piaggio X10
Piaggio X10
Piaggio X10
Piaggio X10
Piaggio X10
Piaggio X10
Piaggio X10

Il nuovo Gran Turismo Piaggio nasce sotto l'insegna della tecnologia, dello stile e dell'eredità di oltre 400 mila veicoli venduti negli ultimi due decenni.
Un successo quello di Piaggio nel segmento degli scooter Gran Turismo che ne ha sicuramente influenzato nelle tendenze e che continua a farlo oggi con il nuovo X10, la nuova ammiraglia che definisce nuovi standard nella categoria.
Nasce così Piaggio X10, un’autentica ammiraglia su due ruote dedicata a chi cerca il massimo del comfort e un veicolo elegante all’italiana.
Tra le peculiarità del nuovo X10 c’è ABS e ASR (controllo trazione), il freno di stazionamento integrato nel cavalletto, il computer di bordo con schermo LCD, i comandi retroilluminati e la motorizzaizone 500 vanta anche la regolazione elettrica della sospensione posteriore

Design. Linee moderne, sinuose e avvolgenti, studiate in galleria del vento, una dotazione ricchissima e prestazioni da maxi.
Ogni dettaglio è profondamente curato a partire dal gruppo ottico anteriore che caratterizza il frontale, l’inserto ad effetto metallico che percorre orizzontalmente l’intero veicolo creando un piacevole contrasto con le parti in tinta della carrozzeria e infine il retrotreno dalla coda tronca con gruppo ottici a Led.

In Sella. Ampia e comoda posta a soli 760 mm da terra, Piaggio X10 offre una seduta assolutamente comoda e stabile. Il piccolo cuscino lombare è regolabile e finalmente è stata contenuta la differenza di altezza della seduta del passeggero rispetto a quella del pilota.
La ricca e completa è la strumentazione, vanta due ampi quadranti circolari (tachimetro e contagiri) con retroilluminazione blu e al centro trova posto lo schermo LCD da 4 pollici del computer di bordo anch’esso illuminato in blu.
Novità assoluta nel mondo scooter sono i comandi sul manubrio retroilluminati, una soluzione che garantisce anche di notte un pronto ed efficace riconoscimento dei comandi sui blocchetti, a tutto vantaggio della sicurezza.
A destra troviamo il pulsante di avviamento, quello per la selezione della mappatura (sul 350), il comando di arresto motore e il tasto mode, per navigare tra le informazioni del computer di bordo.
A sinistra, invece, il pulsante dell’avvisatore acustico, quello degli indicatori di direzione e il comando abbagliante/anabbagliante/lampeggio.
A centro del manubrio invece troviamo i pulsanti dell’ASR e dell’hazard e quello della regolazione dell’ammortizzatore per il 500.
Come ammiraglia GT Piaggio X10 non poteva che offrire anche una grande capacità di carico, sotto la sella ben 52 litri di capacità e altri 5 litri sono disponibili nel controscudo dove è alloggiata la presa elettrica da 12V e nei comodi porta oggetti anche la presa USB

Motori. Il nuovo Piaggio X10 è disponibili in tre diverse motorizzazioni 125, 350 e 500 cc per soddisfare ogni tipo di utente.
Tutte monocilindrici, 4 tempi con distribuzione a 4 valvole per cilindro a partire da 125 guidabile anche con la sola patente B.
Per il più smaliziati c'è il 350, propulsore che per la potenza è paragonabile a un 400 cc (33,3 CV) e un ottimo valore coppia massima (32,3 Nm), mantenendo gli ingombri, il peso e i consumi di un 300 e con costi di manutenzione addirittura inferiori: gli interventi sono infatti programmati a intervalli di 20.000 km, con la sola sostituzione di olio e filtri ai 10.000 km.
Al top troviamo il 500,492 cc per l'esatezza, 40 CV e una coppia massima di oltre 42 Nm, valori che lo pongono ai vertici della sua categoria.

Tecnica. Per quanto concerne il resto della parte tecnica, il nuovo Piaggio X10 nasce intorno ad un telaio a doppia culla in tubi d’acciaio che lavor con una forcella di tipo tradizionale con una corsa di 125 mm.
Al retrotreno, le versioni 125 e 350 montano una coppia di ammortizzatori idraulici a doppio effetto, con precarico regolabile su 4 posizioni e corsa di 120 mm. Per il 500 è stata scelta una forcella con steli maggiorati a 41 mm che mantiene la stessa corsa di 125 mm delle altre due versioni e un monoammortizzatore con regolazione elettrica del precarico. Quest’ultimo è posizionato sul lato destro del veicolo ed è vincolato al telaio attraverso un leveraggio progressivo. Il precarico, che ottimizza l’assetto in funzione del carico e della tipologia di guida desiderata, può essere regolato senza scendere dal veicolo agendo semplicemente sul comando up and down, posto nel controscudo e visualizzabile sullo strumento tramite un indicatore digitale.
I cerchi in acciaio a 5 razze sono da 15” all’anteriore (pneumatico 120/70) e 13” al posteriore (pneumatico 150/70) e l'impianto frenante è composto da un doppio disco da 280 mm all’anteriore e singolo disco da 240 mm al posteriore, dotato di serie del sistema di frenata combinata e, sulla versione Executive, di ABS e ASR (Acceleration Slippery Regulation).

Gamma. Piaggio X10 è disponibile in due versioni X10 e X10 Executive, quest’ultima si distingue per la dotazione di serie più ricca che comprende ABS e l’ASR, e il supporto per Smartphone e per gli ultimi navigatori satellitari.
I colori carrozzeria di Piaggio X10 sono marrone Mercurio, grigio Orione e blu Midnight abbinati con interni e sella neri e il nuovo Cosmo con interni e sella testa di moro. Per la versione Executive c'è anche bianco Perla con interni e sella testa di moro.

Prezzi. Piaggio X10 125 è offerto a 4.570 euro (5.580 euro per Executive), X10 350 5.890 euro (6.900 euro per Executive) e infine la versione 500 disponibile solo in allestimento Executive 7.700 euro.

Accessori. Come sempre Piaggio offre una ricca la gamma di accessori appositamente studiata per X10 come il bauletto posteriore a sgancio rapido, in tinta con la carrozzeria, il telo coprigambe con punti di fissaggio già presenti sul veicolo, la borsa da tunnel centrale, la sella comfort gel, lo schienalino passeggero, l'antifurto elettronico e infine il telo copriveicolo.

Su strada. Partiamo con la versione 125, Paiggio X10 ci stupisce subito per la maneggevolzza, tutto merito della altezza sella contenuta insieme al baricentro basso e al peso. Ovviamente manca un po scatto in partenza d'altra parte è una motorizzazione di accesso che consente la guida anche ai soli possessori di patente B. Ovviamente è la versione Executive, quindi con ABS e ASR, il primo ci viene in aiuto più volte nelle frenate al limiti, mentre l'ASR entra in funziona solo quando all'improvviso si colpisce la pioggia proprio nella rotatorio intorno all'Arco di Trionfo a Parigi.
Passiamo al 350, qui è tutto più corposo... dal peso che si sente subito sullo sterzo alle prestazioni. Piaggio X10 350 è la versione ideale, grarantisce ottime prestazioni con consumi contenuti. Potente l'impianto frenante, uguale su entrambe le versione, la leva destra agisce su un disco anteriore e quello posteriore, la sinistra sul secondo anteriore. Comunque (e consigliamo) l'ABS inizia ad avere un ruolo importante nell'utilizzo urbano, un po invadente invece l'ASR che spesso interviene "bucando" l'erogazione in mostro brusco visto che si tratta di un monocilindrico.
Lavora bene il reparto sospensioni, la lunga estensione della forcella anteriore assicura un ottimo assorbimento delle irregolarità del fondo stradale, sopratutto quelle cittadine, mentre il retrotreno del 350 è leggermene meno confortevole ma molto più preciso rispetto alla versione 125.
Su questa motorizzazione c'è la modalità Eco che addolcisce l'erogazione ma se veramente si vuole risparmiare è sullo stile di guida che bisogna lavorare...

MARCA: Piaggio

TAG: Piaggio Piaggio X10

| Altri
Like us on Facebook